Skip to content
Menu

Le bambine e i bambini raccontano la scuola al tempo del COVID – 19

Molise – Termoli

Tommaso – 10 anni

Tommaso - 10 anni
/

Ciao sono Tommaso, ho 10 anni e vengo da Termoli in provincia di Campobasso. Della scuola di prima, quella senza Covid; mi manca avere un compagno di banco, mi mancano i loro abbracci, mi manca scambiarci una semplice matita e dargli il “batti cinque” come eravamo abituati a salutarci. Ora che c’è il Covid l’intervallo è noioso e triste perché non possiamo giocare, non possiamo avvicinarci e dobbiamo mangiare alternati. La cosa più brutta è che non ci possiamo scambiare la merenda e non possiamo bere in classe e dobbiamo per forza uscire dalla classe e non possiamo abbassarci la mascherina un secondo. Da quando c’è il Covid nella nostra scuola sono cambiate tante cose. Ad esempio si entra solo in fila indiana e divisi per classe, ognuno dal proprio lato del cancello. Una volta in classe non possiamo abbassarci mai la mascherina, se abbiamo sete dobbiamo uscire fuori dall’aula a bere. E’ un continuo igienizzarsi le mani non possiamo alzarci nemmeno per andare a chiedere spiegazioni alla maestra, dobbiamo chiamarla e aspettare che lei si igienizzi le mani per venire a darci spiegazioni e deve rimanere comunque a distanza. Prima le maestre a turno ci mandavano a fare le fotocopie o a portare circolari da una classe all’altra. Ma adesso è vietato. Sono cambiate tante cose: abbiamo scoperto anche cosa vuol dire didattica a distanza. Però io preferisco in presenza.

Condividi la voce dei bambini: