Skip to content
Menu

Le bambine e i bambini raccontano la scuola al tempo del COVID – 19

Umbria – Perugia

Genia – 11 anni

Genia - 11 anni
/

Mi chiamo Genia, tra due mesi compierò 11 anni e provengo da Perugia. La mia giornata senza scuola, prima che ri-aprissero la scuola, quando c’era ancora la didattica a distanza era noiosissima, mi sveglio alle 8 ero stanchissima, facevo colazione, mi collegavo dal computer in videolezione e poi cominciava il casino perchè c’era sempre qualcosa che non va. O c’era per esempio la maestra che non c’è oppure non si vede lo schermo della maestra e la condivisione, oppure non mi va la connessione oppure il mio computer si spegne automaticamente perchè deve fare un aggiornamento. Succedeva di tutto! Anche che tipo 10 compagni non c’erano perché alcuni hanno dimenticato che c’era la scuola, altri perché pensano che sia domenica e altri perchè non gli va completamente la connessione. Era noiosissimo! Le cose che mi mancano di più della scuola sono che potevamo stare senza mascherina a parlare liberamente perché ora ci fanno parlare molto poco perchè le maestre dicono che se parli vicino a una persona potresti trasmettere il Covid a lei oppure lei potrebbe trasmetterlo a te. Poi un’altra cosa che mi manca è non stare davanti al computer sempre, ogni giorno, ogni mattina e c’è sempre qualcosa che non va. Non mi piace per nulla e quindi mi manca molto la scuola, molto, molto, molto…

Condividi la voce dei bambini: